Otto per mille

Orari delle riunioni

  • Martedì alle 19,30 Preghiera.
  • Giovedì alle 19,30 Studio Biblico.
  • Domenica alle 18,00 Culto.
Chi sono i poveri in spirito?
Il termine "ptochòi", tradotto con la parola "poveri", significa la massima indigenza, privazione dei beni su tutti i fronti. I poveri sono quelli che la smettono di contare solo sulle proprie forze. Però, pur essendo pienamente consapevoli della loro indigenza, non si deprimono, ma pongono in Dio ogni loro speranza. “Signore non ce la faccio, ma Tu ce la farai per me!”.

I poveri in Spirito, poi, riconoscono di mancare di spiritualità. Non sono coloro che ostentano i loro difetti o che si dichiarano privi di capacità e valore, ma coloro che desiderano un riempimento divino, altrimenti la loro carenza di virtù morali li porterà alla deriva. La loro ricerca sarà saziata, ecco perché sono beati; e in particolare “il regno di Dio” appartiene loro.

In senso materiale, potremmo dare un’ulteriore interpretazione. I poveri in spirito sono anche coloro che hanno delle carenze a livello “handicap”, e quindi sono limitati nei loro ragionamenti e non possono vivere una vita cosiddetta normale: ebbene, di loro è il Regno dei Cieli! “A chi molto è stato dato, molto sarà ridomandato” (Luca 12:48).
  ?>>
< Prec.   Pros. >

Ventennale

Risvegliati!2017