Otto per mille

Orari delle riunioni

  • Martedì alle 19,30 Preghiera.
  • Giovedì alle 19,30 Studio Biblico.
  • Domenica alle 18,00 Culto.
Resoconto della visita del Centro Kades

Tutto il ringraziamento e la lode vanno al Signore per la preziosa e benedetta visita dei fratelli del Centro Kades presso le comunità di Roma Olgiata e Nepi. Nel Centro Kades, da ormai trentacinque anni, numerosi fratelli e sorelle si impegnano attivamente per prospettare un cammino riabilitativo rivolto a quanti soffrono una vita caratterizzata dalla dipendenza. E lo fanno proponendo un approccio fondato sul messaggio biblico che invita a sperimentare nuove e più soddisfacenti risposte ai propri bisogni.   

 

 Immagine attiva

Visita il sito del Centro Kades


Abbiamo avuto una serie di incontri toccanti in cui hanno presentato l’opera che il Signore sta compiendo e le vittorie che Dio stesso ha dato loro. Abbiamo sentito di tanti uomini e donne che erano perduti, ma che sono stati liberati dalle catene delle loro dipendenze, trasformando i loro cuori, rendendoli figli di Dio.
Il fr. Lino Brancato, responsabile del Centro, ha spiegato la complessità e l’ampiezza della piaga dovuta a ogni genere di dipendenze, con particolare riferimento agli effetti nocivi che esse hanno sulla salute psicofisica dell’essere umano, siano esse illecite o meno. Allo stesso tempo abbiamo potuto sentire le testimonianze di prima mano di alcuni dei ragazzi che hanno compiuto il programma con successo diventando a loro volta operai del Signore.

Spesso infatti  pensiamo che le dipendenze siano una prerogativa esclusiva dei dipendenti da sostanze illegali, o comunque di chi rovina la propria vita e quella dei propri cari compiendo azioni scellerate. Purtroppo non è così, anzi, molte volte le dipendenze più subdole e devastanti sono quelle che vengono sottovalutate da chi poi se ne trova schiavo.
Ma l’aspetto fondamentale che il Signore ha trasmesso, attraverso l’esperienza di questi fratelli, è che le dipendenze di qualunque genere e forma, sono innanzitutto malattie dello spirito, del cuore che si arrende agli efferati attacchi di un nemico che ci vuole deboli, corrotti, vuoti, in una parola morti. Tutto è ottenebrato e le vite si sgretolano fino a dissolversi.

Ma esiste una speranza, una possibilità, un piano perfetto da seguire per uscire dalle schiavitù, una nuova vita: la vita in Cristo Gesù. E proprio di questa rinascita hanno parlato i fratelli del Centro Kades, hanno reso pubblica la testimonianza: della loro salvezza, di come hanno trovato la via di uscita, del loro “esodo”, di come il Signore ha spezzato le catene delle loro schiavitù.

Immagine attivaMichele, Riccardo e Andrea, sono tre che grazie a Dio ce l’hanno fatta, tre che dopo aver dato il cuore a Gesù hanno vinto. Le loro storie personali hanno lasciato all’intera comunità un segno nel cuore. Ognuna diversa e con la sua particolarità, ma tutte con due particolari identici: la drammatica condizione che avrebbe prima o poi portato ad un triste epilogo, e la gloriosa esperienza del perdono e della grazia per mezzo del nostro Signore Gesù. Loro hanno vinto, il Signore li ha liberati dalla loro “Babilonia” personale, perché un giorno nella loro disfatta hanno urlato con il cuore a Dio pregando di essere soccorsi ed Egli è intervenuto cambiando il loro cuore, la loro mente e infine la loro vita.
Oggi questi ragazzi ricostruiscono la loro vita sulle macerie di quella vecchia, sapendo di edificare su fondamenta nuove e solide, sulla pietra angolare che è Gesù che li ha fatti liberi, poiché come afferma la Parola di Dio: “Se dunque il Figlio vi farà liberi, sarete veramente liberi” Giov. 8:36.

A Dio siano la lode e la gloria

  ?>>
< Prec.   Pros. >

Annunci di chiesa

Contatore visite

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Oggi:51
Ieri:130
Questa settimana:628
Questo mese:1526
Totale:230492