Otto per mille

Orari delle riunioni

  • Martedì alle 19,30 Preghiera.
  • Giovedì alle 19,30 Studio Biblico.
  • Domenica alle 18,00 Culto.
Battesimi 24 Giugno 2018

“Strada facendo, giunsero a un luogo dove c’era dell’acqua. E l’eunuco disse: <<Ecco dell’acqua; che cosa impedisce che io sia battezzato? >>” Atti 8:36

Il 24 giugno 2018, presso la chiesa ADI di Roma Olgiata, quattro sorelle hanno deciso di dichiarare pubblicamente ad amici, parenti e al mondo di appartenere a Cristo. Avendo trovato la sorgente di acqua viva hanno deciso di ricevere il battesimo, proprio come fece l’eunuco ministro della regina Candace, dopo che Filippo gli ebbe comunicato il lieto messaggio di Gesù. Proprio su questo passo della Scrittura il nostro pastore ha predicato, spiegando il significato del battesimo in acqua ed i requisiti necessari per poterlo ricevere, ovvero: aver ricevuto il Vangelo di Gesù, e dopo aver creduto con tutto il cuore, richiederlo con desiderio.

E così Ines, Anna e le due sorelline Alba Zora e Maria, dopo aver fatto le loro dichiarazioni di fede, sono scese nelle acque battesimali e poco dopo hanno dato pubblicamente la testimonianza della loro salvezza.

Ines, unica convertita della sua famiglia ha testimoniato di come ha ricevuto la grazia mentre aveva diversi problemi in casa e di come il Signore quotidianamente la incoraggia e la guida. Il suo desiderio è che anche i figli e il marito possano scoprire la Via del Signore.

Anna è una donna matura. Ha raccontato che fin da bambina ha ricevuto dalla sua famiglia un’educazione laica, e che il suo modo di approcciarsi con le persone ostili ed i propri nemici era l’indifferenza. Da sempre appassionata di storia e di filosofia, non ha però mai trovato nei suoi studi un aiuto completo. Un giorno, però, un fratello della chiesa le ha testimoniato di Gesù, della sua bontà e misericordia e di come potesse cambiare veramente la sua vita e completarla. E così, da quando ha accettato Gesù come suo Salvatore, Dio ha cambiato il suo modo di approcciarsi verso gli altri, con più amore, anche verso i suoi nemici, perdonandoli così come ci ha insegnato il Nostro Signore.

Poi le due sorelle Alba Zora e Maria, molto giovani, ma con la piena consapevolezza e certezza dell’amore di Gesù e di volerlo seguire. Alba Zora, diciotto anni, ha accettato il Signore prima di Maria, in un momento della sua vita in cui stava male e in quel momento, come ha raccontato, Gesù si è voltato verso di lei entrando nella sua vita in punta di piedi, donandole la pace. Maria ha conosciuto la grazia e l’amore di Gesù grazie alla testimonianza di sua sorella ed ha testimoniato come il Signore l’ha protetta e allontanata dalle scelte e dalle compagnie sbagliate.

E’ stata una serata grandemente benedetta, e le testimonianze, benché diverse, hanno visto al centro Gesù, colui che rimane quando tutto passa, colui che quando entra nei cuori produce pace, gioia e amore.

A Dio sia la lode da ora in eterno!

Image 

 

  ?>>
Pros. >